PROGRAMMA

LOCANDINA TERREINAZIONE

VENERDI 5 AGOSTO 2016

18,00/19,30 STAGE DI TAMMURRIATA (M. PISCOPO-SANACORE)

19,30/21,00 SPETTACOLO MUSICALE ITINERANTE dal Centro Storico con arrivo a Piazza Innocenzo III

21,00/22,00 MADEINTERRANEO, monologo di e con Andrea Di Palma, Musiche di Giacomo Gatto   e Francesco Cellitti (Piazza Innocenzo III)

 

22 SPETTACOLO MUSICALE PROGETTO SANACORE in “Ritmo Fertile”(Piazza Innocenzo III)

 

SABATO 6 AGOSTO 2016

18,00/19,30 STAGE DI SALTARELLO CIOCIARO a cura degli HERNICANTUS

19,30/21,00 SPETTACOLO MUSICALE ITINERANTE Centro Storico con arrivo a Piazza Innocenzo III

 

21,00/22,00 SPETTACOLO DI TEATRO DANZA “OUSIA – percuotere la terra per risvegliarne il centro” – Regia Monica Fiorentini Coreografie Samanta Chiavarelli (Piazza Innocenzo III)

22 SPETTACOLO MUSICALE HERNICANTUS (Piazza Cavour)

 

DOMENICA 7 AGOSTO 2016

18,30/20,00 STAGE DI PIZZICA-PIZZICA (COTULA BALLI POPOLARI)

21,30 SPETTACOLO MUSICALE CANZONIERE GRECANICO SALENTINO (Pi

azza Cavour)

 

Nel corso del Festival verranno allestite le seguenti Mostre:

– MOSTRA FOTOGRAFICA: “ANAGNI NEL TEMPO” – PALAZZO BACCHETTI

– MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA – PALAZZO BACCHETTI

 


Il programma

Nel primo fine settimana di agosto, nel corso delle serate di venerdì 5, sabato 6 e domenica 7, Anagni sperimenterà l’esperienza di un Festival della tradizione popolare del centro sud, un contenitore di eventi, suggestioni, suoni, ritmi, immagini e sapori che precipiteranno il visitatore in un viaggio alla scoperta della propria identità.

Musica e danza – Questo itinerario del viaggio, del lavoro e dei ritmi della terra e del popolo, costituirà l’elemento fondante che introdurrà il visitatore alla scoperta di un mondo affascinante, ipnotico, che è quello dell’arte, della musica, della danza e del teatro ispirato dalla tradizione popolare.

Il Festival prevede degli eventi di elevato livello artistico e culturale, un’opportunità di incontro e confronto tra diverse tradizioni, espressioni artistiche e sensibilità: gli eventi musicali si alterneranno nel corso del fine settimana e presenteranno momenti dedicati al saltarello ciociaro e all’opportunità di scoprire tradizioni, più “lontane”: la pizzica, la tammurriata, la pastorale ed altre espressioni musicali e coreutiche legate al fenomeno delle tarantelle. La parte musicale culminerà la sera della domenica 7 agosto con il concerto del Canzoniere Grecanico Salentino, portatore in tutto il mondo della nostra cultura popolare.

Teatro – Il programma del Festival dedica un’attenzione particolare anche al teatro, con due eventi, il primo un monologo di Andrea Di Palma, dal titolo “MadeInTerraneo”, il secondo, uno spettacolo di teatro-danza, dal titolo “Ousìa” curato da Monica Fiorentini e Samanta Chiavarelli.

Fotografia e cinematografia – Nel corso della tre giorni verranno presentate una mostra fotografica sulle tradizioni della Ciociaria ed un punto video. Questa rassegna di immagini verrà integrata nel contesto di una mostra della civiltà contadina.

 

Salva

Salva

Salva

Annunci